Logo Bimbe in Viaggio

Bimbe in Viaggio

Blog di viaggi per Famiglie

Lanterna di Genova: storia, leggende e altre curiosità

Tabella dei Contenuti

La Lanterna è il faro portuale nonchè il simbolo della città di Genova.

Da sempre strumento indispensabile per la navigazione notturna delle navi in entrata e uscita dal porto, con il suo potente fascio di luce segnalava anche la presenza dei pirati che, nel passato, infestavano le acque del Mediterraneo.

Poteva illuminare, infatti, fino a 50 chilometri di distanza!

La Lanterna svetta sopra il livello del mare, in totale, ben 117 metri: ai suoi 77 metri di altezza, vanno aggiunti altri 40 metri del promontorio su cui poggia.

Insieme al Museo navale di Pegli, alla Commenda di Prè e al Galata Museo del Mare, il Museo della Lanterna dal 2005 fa parte del Mu.MA – Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, polo culturale legato ai temi del mare, del viaggio e del dialogo tra popoli, saperi e religioni.

Siamo stati in visita alla Lanterna di Genova e, in questo articolo, potrete trovare tante curiosità e una guida pratica per organizzare la vostra gita, anche con bambini al seguito.

Leggende sulla Lanterna di Genova

La leggenda che riguarda la Lanterna di Genova è molto curiosa e ve la riporto.

Una volta edificata la Lanterna, l’architetto che ne ideò il progetto fu gettato in mare dalla sua sommità, per mano dei genovesi.

La leggenda vuole che le motivazioni del folle gesto fossero due.

La prima, per impedire all’architetto di riproporre altrove un’opera così perfetta sia dal punto di vista estetico che funzionale.

La seconda, per non saldargli il conto (non è un caso, se noi genovesi abbiamo fama di essere tirchi).

A voi la scelta!

Lanterna di Genova curiosità

La Lanterna di Genova è il faro più antico d’Europa, fra quelli ancora in attività, e quello più alto in Italia.

In Europa, invece, perse il primato dell’altezza, nel 1902 quando fu costruito il Faro di Finistère, più alto rispetto alla Lanterna di Genova di circa 5 metri.

Allo stato attuale, la Lanterna viene utilizzata come faro aeroportuale della città di Genova, regolandone il traffico aereo e navale.

lanterna di genova
La Lanterna di Genova dalla Passeggiata della Lanterna

Un po’ di storia della Lanterna di Genova

Non ci sono documenti certi ma si pensa che la Lanterna sia stata edificata agli inizi del XII secolo.

La sua funzione primaria era quella di segnalare la presenza del porto alle navi in transito ed è per questo che, nell’antichità, venivano bruciati sulla sua sommità fasci di steli secchi di erica e di ginestra.

Nel 1326 venne installata la prima lanterna a olio di oliva la cui luce era concentrata in un fascio grazie a cristalli trasparenti prodotti da abili maestri vetrai liguri e veneziani.

Nel 1340 venne dipinto lo stemma della città (croce rossa su fondo bianco).

La torre cambiò destinazione d’uso nel corso degli anni (nel 1400, ad esempio, diventò una vera e propria prigione), e nel 1543 venne ricostruita nella sua struttura attuale per volontà del doge Andrea Centurione Pietrasanta che fece finanziare i lavori dal Banco di San Giorgio.

In seguito alla morte di uno dei guardiani che fu colpito da un fulmine, furono apportate svariate migliorie tra cui un impianto parafulmine e il consolidamento della base della torre, per dare maggior stabilità.

Crebbe anche la potenza del faro grazie all’avvento di nuovi sistemi ottici e di combustibili quali gas di acetilene e petrolio pressurizzato fino ad arrivare all’elettrificazione.

Visita Lanterna di Genova

La visita alla Lanterna di Genova si compone di tre parti ovvero l’Open Air Museum, il Museo della Lanterna, e la salita alla terrazza panoramica.

Open Air Museum

Il percorso di visita consigliato della Lanterna, inizia proprio dall’Open Air Museum, un museo a cielo aperto che si snoda ai piedi della stessa, ed è caratterizzato da una serie di pannelli che narrano le attività e i mestieri del porto, nel presente e nel passato.

open air museum
Open Air Museum

L’Open Air Museum corre adiacente alle fortificazioni seicentesche dove si può ancora osservare l’ottocentesca Porta Nuova della Lanterna, l’antico portale di accesso a Genova, dal lato occidentale.

Sulla facciata, una lapide commemorativa ricorda i 15 marinai britannici che persero la vita nel compito di liberare le acque del porto di Genova dalle mine nemiche.

lapide commemorativa
Lapide commemorativa

Museo della Lanterna

Il Museo della Lanterna si trova al di sotto della torre, all’interno di fortificazioni sabaude risalenti al 1830.

Nelle antiche sale cannoniere e nella galleria ghibellina, viene ripercorsa la storia e l’evoluzione architettonica e urbanistica della città di Genova.

Si possono osservare interessanti stampe antiche della città, pubblicate tra la seconda metà del Cinquecento e la fine dell’Ottocento.

Nelle sale fucilieri, il museo ospita invece lenti tra cui la cosiddetta lente di Fresnel, molto simile a quella adottata dalla Lanterna.

Con il proprio fascio di luce in rotazione, tale lente riproduce la visione in soggettiva dall’interno di un faro vero e proprio.

museo della lanterna
Museo della Lanterna
stampe
Splendide stampe all’interno del Museo
faro
Antico faro di emergenza della Lanterna
faro
Lente di Fresnel

La salita all’interno della Torre

La Lanterna di Genova è una torre a base quadrata, interamente realizzata in pietra naturale.

Le scale che conducono alla sua sommità sono 365 ma solo le prime 172 sono accessibili al pubblico.

Come avrete capito, quindi, per arrivare alla terrazza panoramica della Lanterna, è necessario percorrere diverse rampe di scale, non particolarmente ripide ma non adatte a persone con disabilità, problemi cardiaci o che soffrono di claustrofobia.

scale
Rampa di scale all’interno della Lanterna

Una porticina, accede al terrazzo che corre intorno al faro, dal quale la vista spazia sul porto di Genova con i suoi container, sulle attrazioni del Porto Antico, e sulle colline che circondano la città sulle quali si ergono i Forti di Genova, arrivando fino al monte di Portofino.

Il panorama che si gode da lassù è veramente meraviglioso, ancora più suggestivo a mio avviso nell’orario del tramonto quando il cielo si tinge di rosso!

accesso al terrazzo
Accesso alla terrazza panoramica
panorama
Panorama al tramonto
tramonto dalla lanterna
In lontananza, il Bigo e le altre attrazioni del Porto Antico

Biglietto d’ingresso: prezzo e come acquistarlo

Il biglietto d’ingresso alla Lanterna include l’Open Air Museum, il Museo della Lanterna e la salita sulla terrazza panoramica, e costa 8,00€ (gratuito per bambini di 0-6 anni e per portatori di disabilità con accompagnatori).

Sono previste riduzioni di 2,00€ per i residenti di Genova e altre riduzioni che potete visionare sul sito ufficiale.

Esiste anche un biglietto cumulativo con l’Acquario di Genova.

Se volete evitare la coda in biglietteria e assicurarvi l’ingresso nell’orario desiderato – Potete acquistare il biglietto qui.

Come arrivare alla Lanterna di Genova

Arrivare alla Lanterna di Genova è semplice.

Arrivare in macchina

L’uscita autostradale più vicina alla Lanterna, è quella di Genova Ovest.

Dove parcheggiare vicino alla Lanterna

Il parcheggio più vicino alla Lanterna è quello del Terminal Traghetti.

Per usufruire gratuitamente del parcheggio, è necessario acquistare qualcosina o bere anche solo un caffè in un bar della galleria commerciale.

Presentendo lo scontrino, avrete diritto a 2 ore e mezza di parcheggio gratuito.

Stesso discorso per il parcheggio dell’Esselunga: se acquistate qualcosa al supermercato, anche qui avrete diritto a 2 ore di parcheggio gratuito (fatevi timbrare il biglietto alle casse).

A questo punto, si prosegue a piedi (la Lanterna si trova nell’area del porto e può essere raggiunta solo ed esclusivamente a piedi) seguendo le indicazioni che conducono all’inizio della cosiddetta Passeggiata della Lanterna, in via Milano.

inizio passeggiata
L’inizio della Passeggiata della Lanterna
lanterna di genova
Passeggiata della Lanterna

Il percorso è lungo circa 800 metri e si snoda su di una passerella in legno.

La biglietteria si trova poco oltre la partenza della passeggiata.

Arrivare in treno

La stazione ferroviaria più vicina alla Lanterna è quella di Genova Principe.

Da qui, potete avvicinarvi alla Lanterna con la metropolitana, scendendo alla fermata di Dinegro (1 fermata).

Proseguite, quindi, in direzione del Terminal Traghetti che dista circa 400 metri dalla fermata della metro, e seguite le indicazioni per la Passeggiata della Lanterna.

Arrivare in metro

Se vi trovate nel centro di Genova, la maniera più rapida per arrivare alla Lanterna è con la metropolitana che parte dalla stazione di Genova Brignole e passa per piazza de Ferrari e per il Porto Antico.

In una decina di minuti, sarete arrivati a Dinegro.

Proseguite, quindi, in direzione Terminal Traghetti.

Quanto dura la visita alla Lanterna di Genova

Per la visita alla Lanterna, ci vogliono all’incirca 40 minuti.

Tenete conto che, a questi, va aggiunto il tempo necessario per percorrere gli 800 metri della passerella in legno (Passeggiata della Lanterna).

In totale, quindi, contate un’oretta o qualcosina in più se avete bambini piccoli che camminano lentamente.

Lanterna di Genova: orari di apertura

Gli orari di apertura della Lanterna cambiano a seconda del periodo.

Prima di andare, verificateli sul sito ufficiale.

Può essere utile sapere che, in caso di allerte meteo e temporali, le visite alla Lanterna sono interrotte.

lanterna illuminata
Lanterna illuminata

Lanterna di Genova con i bambini

La visita all’interno della Lanterna non è fattibile con i passeggini, per via delle numerose scale.

Consiglio l’uso del marsupio o dello zaino, se il bimbo è piccolino.

Le scale sono percorribili da bambini di 3 anni/3 anni e mezzo in poi, e la terrazza panoramica non è esposta quindi la visita alla Lanterna è, a tutti gli effetti, fattibile anche con bambini al seguito.

terrazza panoramica della lanterna di genova
Terrazza panoramica della Lanterna

La terrazza è esposta ai venti quindi consiglio un cappello o una giacca con cappuccio, soprattutto per i bambini più piccoli o nei soggetti più sensibili.

La Lanterna è gestita, attualmente, dall’Associazione Amici della Lanterna che, periodicamente, organizza visite guidate e laboratori per bambini.

Dove mangiare vicino alla Lanterna di Genova

Per uno spuntino o un pranzo veloce, potete trovare ristoro all’interno del Terminal Traghetti.

Se il tempo fosse dalla vostra parte, consiglio invece una sosta alla trattoria Osteria Marinara A Lanterna da Don Gallo in via Milano 134R.

L’osteria è stata fondata nel 1981 da Don Andrea Gallo; l’obiettivo era ridare un futuro ai ragazzi ex tossicodipendenti della Comunità di San Benedetto al Porto.

I piatti proposti sono veramente buoni, il pesce è freschissimo e l’accoglienza è calorosa.

È consigliata la prenotazione al numero +39 010256425.

Dove dormire vicino alla Lanterna

La Lanterna rimane in posizione leggermente decentrata rispetto alle altre attrazioni di Genova quindi non è una zona comoda per dormire.

I quartieri migliori per il pernottamento sono quello del Porto Antico, nei pressi dell’Acquario, del Bigo e di molte altre attrazioni, del centro cittadino, e del centro storico.

In questo articolo, ho riassunto i migliori hotel di Genova, suddivisi per zona e altre esigenze (low-cost, famiglie con bambini etc).

Conclusioni

La Lanterna è un’attrazione che non potete mancare di visitare se volete conoscere un pezzo importante della storia di Genova.

Come già indicato, la visita è fattibile anche con bambini (ma non con passeggini) e l’orario più suggestivo è, sicuramente, quello del tramonto.

Lasciate un commento sotto se avete dubbi o curiosità!

Continua a leggere:

1. Il Galata Museo del Mare

2. Itinerario nel centro storico di Genova

3. Dove dormire a Genova

4. Santuario della Madonnetta con il presepe permanente

Seguici sui nostri social