Logo Bimbe in Viaggio

Bimbe in Viaggio

Blog di viaggi per Famiglie

Al Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera

ADV

Tabella dei Contenuti

Con 32 ettari e 18 chilometri di viali, il Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera è il parco pubblico più esteso della Liguria.

È la destinazione ideale per una gita domenicale quando si può trovare un po’ di relax sui prati e i bambini possono dar da mangiare l’erbetta ai daini e alle caprette tibetane.

All’interno del parco, poi, si possono ammirare un giardino all’italiana, un teatro del 1785 (il teatro privato più antico della Liguria), un bosco romantico, un castello neoromanico con grotte e cascate artificiali, e un antico santuario.

Proprio all’ingresso, inoltre, c’è un bel parco giochi per bambini.

Scopriamo come arrivare al Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera con tutte le informazioni per la visita.

Partiamo!

Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera

Dove si trova

panorama

Il Parco Storico di Villa Duchessa di Galliera si trova nel quartiere genovese di Voltri in Vico Nicolò da Corte 2.

Come arrivare

In auto, occorre uscire al casello autostradale di Genova Voltri (A10 Genova-Ventimiglia).

Da Genova ci si impiegano circa 25 minuti.

Il consiglio è quello di non dirigersi direttamente al parco perchè nei pressi dell’ingresso non c’è parcheggio.

Meglio impostare sul navigatore via Camozzini sull’Aurelia, dove sono presenti 3 aree di parcheggio dalle quali è possibile raggiungere il parco in 10 minuti a piedi.

Dal lato opposto del parco, si trova un altro ingresso che però sconsigliamo sia perchè la strada per arrivare è tortuosa, sia perchè è sprovvisto di parcheggio.

La stazione ferroviaria di Genova Voltri, dista 500 metri dall’ingresso del parco (da Genova Piazza Principe ci vogliono circa 30 minuti).

Parco Villa Duchessa di Galliera

Se avete bambini piccoli, dotatevi di un passeggino perchè il parco è immenso.

Appena varcato l’ingresso inferiore e salita una rampa di scale, si staglia imponente davanti a voi il Palazzo Brignole Sale e, di fronte, il giardino all’italiana formato da sei aiuole con, al centro, una fontana.

L’edificio della villa ospita la scuola materna e quella primaria, quindi non è visitabile se non in occasioni particolari.

villa duchessa di galliera

Si prosegue, sorpassando una bella area gioco per bambini, all’ombra degli alberi.

La passeggiata all’interno del parco, è una continua meraviglia! Da non perdere:

  • la Valle del Leone, restaurata nella primavera del 2022, in cui è stato realizzato un bosco ispirato alla Divina Commedia, con la porta degli inferi, la lonza e il monumento a Dante Alighieri e Gabriello Chiabrera.
  • La grotta spaccata da una cascata proveniente dall’antro posto nei sotterranei del castello.
  • L’uliveto, collocato sulla collina dei Givi, da cui si ha una meravigliosa vista mare.
  • Il meraviglioso prato dove stendere il telo e fare un picnic vicino ai recinti con i daini e le caprette tibetane.
  • Il Santuario N.S. delle Grazie, posto sulla collina sovrastante il parco che, durante il periodo natalizio, espone un presepe con statue della scuola del Maragliano.
arco di trionfo
grotta
prati

Un po’ di storia

giardini

Villa Brignole Sale Duchessa di Galliera è una villa nobiliare genovese il cui giardino divenne famoso nella prima metà dell’Ottocento per le sue camelie e la collezione di agrumi.

La villa fu acquistata nel 1675 da Giovanni Francesco Brignole Sale, il 102º doge della Repubblica di Genova.

Negli anni a seguire, la villa venne ampliata e vennero realizzate le terrazze panoramiche, il teatro storico, il parco all’inglese e il giardino romantico, quest’ultimo per volere di Maria Brignole Sale De Ferrari, duchessa di Galliera nonchè ultima proprietaria.

Nel 1888, la duchessa lasciò la villa in eredità all’Opera Pia Brignole Sale e, dal 1931, la stessa è in uso al Comune di Genova.

A Maria Brignole Sale, moglie del marchese Raffaele De Ferrari (a cui è dedicata piazza De Ferrari, la principale piazza di Genova) si deve la nascita dei primi musei genovesi, grazie alla donazione al Comune di Palazzo Rosso e di Palazzo Bianco, sedi principali dei Musei di Strada Nuova.

All’interno della villa, sono ancora presenti bunker interrati, dormitori, e postazioni antiaeree in quanto, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, la stessa è stata ricovero delle truppe tedesche.

In seguito a diversi anni di abbandono, il Comune di Genova ha attuato importanti lavori di recupero per cui oggi, anche grazie a un’associazione di volontari di cui il Comune si avvale, il parco è ben tenuto ed è un piacere passeggiare tra i suoi viali curati.

Parco Storico Villa Duchessa di Galliera: informazioni per la visita

L’ingresso al parco è libero e gratuito. Le visite guidate organizzate dai volontari sono, invece, a pagamento.

Il parco è aperto tutto l’anno dalle 8 del mattino fino all’orario del tramonto.

Il giardino, visibile sempre dall’alto, è aperto tre pomeriggi a settimana (martedì, giovedì e domenica).

In caso di allerta meteo, il parco resta chiuso.

Per informazioni aggiornate, date un’occhiata al sito ufficiale.

Il nostro consiglio è quello di portare il pranzo a sacco e un telo (volendo, si trovano anche tavolini da picnic) per trascorrere l’intera giornata al suo interno!

daino

Nei dintorni:

1. Museo della Carta di Mele

2. Villa Durazzo Pallavicini a Pegli

3. Monte Gazzo

4. Santuario di Nostra Signora della Guardia

Seguici sui nostri social