Logo Bimbe in Viaggio

Bimbe in Viaggio

Blog di viaggi per Famiglie

Gita al Santuario della Madonna del Monte

ADV

Tabella dei Contenuti

Il Santuario della Madonna del Monte si trova a Genova, nel quartiere di San Fruttuoso.

Eretto sulla collina a 138 metri d’altitudine, il Santuario domina la Val Bisagno e, dal suo sagrato, si gode un panorama eccezionale sulla città di Genova fino al mare.

Questo articolo nasce con l’intento di far scoprire un pezzo della città di Genova, sconosciuto ai più tanti.

La zona, infatti, è frequentata per lo più dagli abitanti del quartiere ma merita una visita sia per il Santuario in sé (all’interno ospita anche un museo, inaugurato da poco), sia per godere del meraviglioso panorama sulla città.

panorama

Il Santuario

navata centrale
altare
cripta
soffitto

Il Santuario della Madonna del Monte è dotato di un ampio sagrato costituito dal risseu ovvero un mosaico acciottolato che è tipico delle chiese e dei palazzi liguri.

Al centro del sagrato, il risseu forma un disegno in cui compaiono lo stemma della Repubblica di Genova, il simbolo dei francescani, e una grande M che è l’iniziale del nome di Maria, alla quale il Santuario è dedicato.

La chiesa è molto grande e accoglie ben dieci cappelle laterali adibite a luogo di sepoltura dalle nobili famiglie genovesi che le impreziosirono con notevoli opere d’arte.

All’interno del Santuario, sono presenti svariati affreschi e opere di illustri artisti dell’epoca tra i quali si annoverano Giovanni Andrea Ansaldo, Domenico Fiasella, e i fratelli Orsolino.

Nella navata centrale, proprio al di sotto dell’altare, attraverso una breve scalinata si accede ad una cripta molto suggestiva che custodisce la statua quattrocentesca della Madonna del Monte.

Oltrepassando la sagrestia, si accede invece al Museo degli Ex Voto che conserva Ex Voto (per lo più dipinti su tela o carta) donati da fedeli sopravvissuti a varie calamità, e svariate opere d’arte del Santuario (tele, sculture, argenterie), qui raccolte per poter essere ammirate dal pubblico.

Un po’ di storia

La comunità francescana vi fece ufficialmente ingresso nel 1444 ma il Santuario ha origini più antiche.

I primi documenti ufficiali della chiesa risalgono infatti al 1183, quando si insediarono i canonici mortariensi.

Negli anni, i frati hanno sistemato la strada di accesso al Santuario, quella che oggi è denominata Salita Vecchia, e creato il Bosco dei Frati, uno dei più vasti boschi cittadini d’Europa.

Il convento, annesso al Santuario, ha ospitato la comunità francescana fino al 2022.

Oggi, il Santuario è aperto grazie alle Suore Francescane di Nostra Signora del Monte e all’Associazione Amici del Monte.

creuza

Curiosità

Il Santuario dà il nome all’amaro Santa Maria al Monte, un digestivo di fine pasto la cui ricetta è stata elaborata nei secoli dai frati del convento.

Il Santa Maria al Monte è composto da 36 ingredienti tra cui erbe, spezie, radici, fiori, e la ricetta, segreta e mai modificata dal 1858, viene tramandata dai padri del Santuario da ben cinque generazioni.

Tra gli ingredienti si trovano la mirra, l’aloe, lo zafferano, l’assenzio, il cardamomo, miscelati in una base alcolica.

Alla fine del XIX secolo, l’amaro è prodotto da distillerie esterne al convento.

Gita al Santuario della Madonna del Monte: orari di apertura

Il Santuario è aperto nei giorni di martedì, giovedì, sabato e domenica con orario 9:00-12:00 e 15:30-17:00.

La Santa Messa si celebra alle 11:00 di domenica e dei giorni festivi, e il Rosario alle 16:00 in tutti i giorni di apertura.

Il Museo Ex Voto è aperto dalle 10:00 alle 11:00 e dalle 12:00 alle 13:00 di domenica e dei giorni festivi.

Per tutte le informazioni, potete dare un’occhiata al sito ufficiale.

Come arrivare al Santuario della Madonna del Monte

salita vecchia

Il Santuario può essere raggiunto in macchina percorrendo via Federico Donaver, nel quartiere di San Fruttuoso. Adiacente al Santuario, si trova un grande parcheggio gratuito.

Gli orari di apertura del parcheggio sono 15:00-19:00 dal martedì al venerdì, 8:00-24:00 al weekend e nei festivi.

Se arrivaste in orario di chiusura, potrete parcheggiare la macchina liberamente a bordo strada, poco prima di arrivare al Santuario.

Santuario della Madonna del Monte può essere raggiunto anche a piedi, percorrendo Salita Vecchia di Nostra Signora del Monte attraverso una creuza di un chilometro che può essere imboccata da Villa Imperiale.

Dove mangiare

Nei pressi del Santuario, si trovano un paio di trattorie veramente buone: A Cabannetta de Cianderlin ad un centinaio di metri a piedi, e La Locanda del Monte proprio adiacente alla chiesa.

Il primo, propone una cucina casalinga della tradizione genovese a base di torta di verdure, cuculli, cima, stoccafisso, arrosto.. Una menzione particolare va al minestrone!

Il menù è fisso e il prezzo si aggira intorno ai 30,00€.

L’altro è un ristorante con piatti più raffinati e un menù alla carta. I prezzi si aggirano dai 10,00€ degli antipasti ai 20,00€ dei secondi.

All’interno, si trova anche una stanza attrezzata con giochi per bambini.

Gita al Santuario della Madonna del Monte: il Bosco dei Frati

bosco

Il Bosco dei Frati è il più importante polmone verde posto nei pressi della città, di proprietà in parte dei frati e in parte del Comune di Genova.

Si tratta di un bosco di circa 110.000 metri quadrati, caratterizzato da piante mediterranee, per lo più lecci, cipressi e querce.

Il bosco era stato donato al convento nel 1444 da Raffaele Adorno, 23esimo doge della Repubblica di Genova.

Lo scopo era quello di creare un luogo dove i frati potessero ritirarsi per meditare, sul modello degli eremi francescani quale, ad esempio, l’Eremo delle Carceri ad Assisi.

Il Bosco dei Frati, conserva ancora tre delle quattro cappelle originarie, usate in passato come stazioni della Via Crucis.

All’ingresso del bosco, si può trovare un cartello con una mappa dei sentieri, nata dalla collaborazione tra l’Ordine dei Frati Minori, il Comune di Genova e l’Associazione Amici del Monte.

Vengono descritti 3 percorsi di diversa lunghezza (10, 15 e 25 minuti). Alcuni tratti di sentiero si perdono un po’ nel bosco.

Per chi volesse intraprendere la passeggiata, consiglio di indossare gli scarponcini da trekking, anche perchè si può trovare molto fango se ha appena piovuto.

Continua a leggere:

1. Il Cimitero Monumentale di Staglieno

2. Santuario di Montallegro

3. L’Acquedotto Storico di Genova

4. Il Passaporto dei Presepi genovesi

Seguici sui nostri social