Logo Bimbe in Viaggio

Bimbe in Viaggio

Blog di viaggi per Famiglie

Scopriamo Villa Durazzo Pallavicini e il suo incantevole Parco

Tabella dei Contenuti

Villa Durazzo Pallavicini è una storica dimora nobiliare situata nel quartiere di Pegli, nel ponente genovese.

La villa nacque nel Seicento come palazzo di villeggiatura di Giovanni Battista Grimaldi, doge della Repubblica di Genova dal 1752 al 1754.

A metà Ottocento, in linea con la filosofia dell’epoca e con il contesto storico di rinnovamento urbanistico di Pegli, la Villa venne ristrutturata in stile neoclassico e romantico.

All’incirca negli stessi anni, venne realizzato il meraviglioso Parco, considerato oggi uno dei maggiori giardini storici a livello europeo.

Dal 1928, la Villa è di proprietà del comune di Genova e ospita il Museo di Archeologia Ligure.

Abbiamo visitato il Parco di Villa Durazzo Pallavicini in occasione della suggestiva fioritura delle camelie e in questo articolo potrete trovare un po’ di nozioni utili per organizzare la vostra visita.

Come arrivare

Villa Durazzo Pallavicini si trova a Pegli, a circa 100 metri dal lungomare.

Auto

L’uscita autostradale più vicina (meno di 1 chilometro dal Parco) è proprio quella di Genova-Pegli.

Si può cercare parcheggio nei dintorni della stazione ferroviaria (pochi posti gratuiti) oppure al Molo Archetti sul lungomare (a pagamento).

Treno

La fermata della stazione ferroviaria di Genova Pegli, è situata proprio a fianco della biglietteria di Villa Durazzo Pallavicini.

Navebus

Per chi arriva da Genova, può essere utile sapere che dal Porto Antico parte il Navebus che arriva a Pegli in 1h10 minuti.

Il biglietto costa 2,00€ per i genovesi e 5,00€ per i turisti.

In caso di meteo sfavorevole, il servizio è sospeso.

panorama
Panorama su Pegli

Cosa vedere a Villa Durazzo Pallavicini

Per accedere a Villa Durazzo Pallavicini, occorre entrare dalla biglietteria (consiglio di prendere la mappa gratuita, molto utile per orientarsi) e percorrere il viale alberato che sale.

Al termine della salita, troverete sulla destra una rampa di scale che conduce alla Villa e al Parco.

Dichiarato nel 2017 “Parco più bello d’Italia“, il Parco di Villa Durazzo Pallavicini è stato costruito come un percorso scenografico-teatrale in 3 atti.

Il percorso di visita si snoda attraverso 24 attrazioni, una più sorprendente dell’altra.

Attraverso le diverse scene articolate in Prologo e Antefatto, 1°, 2°, 3° Atto, ed Esodo, ci si immerge nel racconto teatrale in cui i protagonisti sono l’acqua, sottoforma di laghi e piccole cascate, le piante, e le architetture d’altri tempi.

Gli edifici che si trovano lungo il percorso, a seconda del racconto, seguono lo stile neoclassico, neogotico, cinese, turco, ed egizio.

Si trovano perfino alcune capanne.

villa durazzo pallavicini
Villa Durazzo Pallavicini
villa durazzo pallavicini
Piante Grasse
castello del capitano
Castello del Capitano
villa durazzo pallavicini
Capanne

Le grotte (visitabili solo al weekend) sono artificiali ma realizzate con stalattiti e stalagmiti provenienti da vere grotte carsiche della Liguria.

Non mi intendo di teatro, ma mi sono sentita coinvolta nel racconto che, a mio avviso, è stato un crescendo (le piante, il Castello, le grotte) fino a concludersi in bellezza con il suggestivo Tempio di Diana.

Veramente meraviglioso, difficile da descrivere a parole.

grotte
Grotte degli inferi
villa durazzo pallavicini
Tempio di Diana
villa durazzo pallavicini
Ponte Cinese
villa durazzo pallavicini
Giardini di Flora

Fioritura delle camelie

viale delle camelie
camelie
camelia bianca

Passeggiare nel Parco, vuol dire immergersi nei colori e nei profumi della macchia mediterranea (lecci, allori, corbezzoli) ma anche di piante esotiche e alloctone (palme, Cedro del Libano, pianta della Canfora) che, ai tempi del Marchese Pallavicini, erano delle vere rarità.

Se andate in primavera poi, potrete ammirare la fioritura della Camellia Japonica nel famoso Viale delle Camelie, che è considerato il camelieto più grande e antico d’Italia.

Orari di apertura del Parco di Villa Durazzo Pallavicini: date 2024

Il Parco apre le porte ai visitatori il 01 marzo 2024 e chiude il 31 ottobre 2024.

L’orario di visita è il seguente:

  • 01 Marzo-30 Marzo: 9:30-18:00 (ultimo ingresso ore 16), dal martedì alla domenica.
  • 31 Marzo-29 Settembre: 9:30-19:00 (ultimo ingresso ore 17), dal martedì alla domenica. Weekend e festivi dalle ore 10:00.
  • 01 Ottobre-26 Ottobre: 9:30-18:00 (ultimo ingresso ore 16), dal martedì alla domenica.
  • 27ottobre-31ottobre: 9:30-17:00 (ultimo ingresso ore 15).

Come visitare il Parco

Il Parco può essere visitato in autonomia, acquistando il biglietto d’ingresso, oppure attraverso visite guidate della durata di 2 ore, 2h30 e 3 ore.

villa durazzo pallavicini

Quanto costa l’ingresso a Villa Durazzo Pallavicini

Il biglietto d’ingresso al Parco di Villa Durazzo Pallavicini, ha un prezzo diverso a seconda che lo si visiti in settimana o al weekend (in quest’ultimo caso include anche l’ingresso alla Sala Verde, al Castello del Capitano e alle Grotte degli inferi).

Biglietti weekend e festivi

  • 13,00€ intero
  • 11,00€ per ragazzi 13-18 anni, residenti, over 65, disabili, soci ICOM, gruppi almeno 25 persone
  • 7,00€ per bambini 6-12 anni, scuole, Soci APS Amici Villa Durazzo Pallavicini.

Esiste un pacchetto famiglia (2 adulti + 1 giovane 6-18 anni) al prezzo di 32,00€ e un biglietto cumulativo (parco + museo) al prezzo di 16,00€.

Chi volesse tornare più volte, può acquistare l’abbonamento a 44,00€.

Biglietti giorni feriali

  • 11,00€ intero
  • 9,00€ per ragazzi 13-18 anni, residenti, over 65, disabili, soci ICOM, gruppi almeno 25 persone
  • 7,00€ ridotto per bambini 6-12 anni, Scuole, Soci APS Amici Villa Durazzo Pallavicini
  • 26,00€ il pacchetto famiglia
  • 13,00€ il cumulativo (parco + museo)
  • 44,00€ l’abbonamento.

Entrano gratuitamente i bambini fino ai 5 anni di età, i giornalisti, le guide turistiche, e gli accompagnatori dei visitatori disabili.

Il biglietto può essere acquistato in biglietteria oppure online sul sito ufficiale aggiungendo 1,00€ di prevendita (solo dal lunedì al sabato).

Può essere utile sapere che non è possibile acquistare il biglietto online nella stessa giornata della visita.

Quanto tempo ci vuole per visitare Villa Pallavicini?

Per la visita completa, contate dalle 2 alle 3 ore.

Sono consigliate le scarpe da ginnastica o comunque un paio di scarpe comode.

villa durazzo pallavicini
Il Coccodrillo

Villa Durazzo Pallavicini Genova: altre info

I visitatori con disabilità motoria possono accedere al parco utilizzando l’ascensore all’interno del Museo di Archeologia.

Si consiglia la prenotazione a [email protected]

L’accesso ai cani non è consentito.

È possibile prenotare il servizio di dog sitting con un anticipo di almeno 24 ore, al seguente link: bauadvisor.it

Nel Parco non si possono fare picnic.

Per mangiare qualcosa, proprio all’inizio è presente un bar (aperto solo al weekend) e la toelette (ce n’è un’altra anche a metà percorso).

Consigli per la visita con bambini

Il percorso di visita all’interno dei quasi 9 ettari del Parco, è lungo poco meno di 3 chilometri.

L’uso del passeggino è sconsigliato per via delle scale e del sentiero non asfaltato.

L’ideale, se il bambino non è piccolissimo, è lo zaino porta bimbo, altrimenti il marsupio.

Il percorso, a mio avviso, è percorribile da bambini di almeno due anni e mezzo/tre abituati a camminare in quanto il sentiero sale e poi scende, non ci sono tratti in piano.

Nel Parco non mancano sicuramente le attrattive per i più piccoli.

Le mie figlie, ad esempio, si sono divertite molto ad attraversare i ponti, ad ammirare i giochi di luce delle vetrate, e a nascondersi all’interno delle grotte.

vetrate
Vetrate nel Castello del Capitano

Ricordo, comunque, che il Parco di Villa Durazzo Pallavicino è un luogo dove passeggiare in tranquillità e che occorre, quindi, fare attenzione che i bambini non disturbino gli altri visitatori.

Nel Parco non si può entrare con biciclette, monopattini e palloni.

Conclusioni

Se ripenso al Parco di Villa Durazzo Pallavicini, mi sovviene un luogo magico, suggestivo, affascinante, elegante.

Incantevole in qualsiasi stagione dell’anno, sicuramente il Parco da’ il meglio di sé durante la stagione primaverile con la colorata fioritura delle camelie.

Seguici sui nostri social