Logo Bimbe in Viaggio

Bimbe in Viaggio

Blog di viaggi per Famiglie

Cosa vedere a Biella in un giorno

Tabella dei Contenuti

In occasione di un weekend lungo con l’obiettivo di andare al Villaggio di Babbo Natale a Ricetto di Candelo e al Santuario di Oropa, abbiamo deciso di visitare anche la città di Biella che rimane all’incirca a metà tra le due destinazioni.

Biella è una cittadina dalle origini medievali, situata ai piedi delle Alpi.

Il centro si visita tranquillamente in una giornata.

Di seguito, trovate un elenco con i luoghi principali di Biella da visitare e informazioni su cosa fare nei dintorni.

Cosa vedere a Biella in un giorno

La città di Biella è divisa in due parti: Biella Piazzo o Biella alta e Biella Piano o Biella bassa.

Biella mi ha ricordato molto le città di Bergamo e di Mondovì suddivise, anch’esse, nella parte alta e nella parte bassa.

Biella Piazzo o Biella alta corrisponde al quartiere vecchio di Biella situato, appunto, nella parte alta.

Volendo, è raggiungibile anche con una funicolare molto suggestiva.

Biella Piano, invece, è la parte bassa moderna.

Cosa vedere a Biella: Biella Piano

Il nostro itinerario a piedi è iniziato a Biella Piano quindi nella parte bassa della città.

Il centro storico è caratterizzato da edifici eleganti e vicoli acciottolati.

Se volete fare un po’ di shopping, Via Italia è la via dei negozi.

Qui, potrete trovare articoli di qualità, abbigliamento e prodotti tipici.

Arrivati ai Giardini Zumaglini, potrete fare una breve sosta e, se viaggiate con bambini, farli svagare nel parco giochi recintato.

Le attrazioni da non perdere a Biella Piano sono sicuramente il Museo del Territorio Biellese e il Duomo.

biella
centro storico
cosa vedere a biella

Museo del Territorio Biellese

Il Museo del Territorio Biellese è stato inaugurato nel 2001 all’interno dell’ex Convento di San Sebastiano.

La mostra permanente, raccoglie le testimonianze del territorio circostante, dalla preistoria al Novecento.

Si può ammirare una sezione storico-artistica e una sezione archeologica.

Il costo del biglietto è di 5,00€ e la prima domenica del mese l’ingresso è gratuito.

Gli orari sono i seguenti: giovedì 10-14 / venerdì 14-18 / sabato, domenica e festivi 10-18.

Per la visita, che può essere fatta in autonomia, contate all’incirca un’oretta.

Cattedrale di Biella

La Cattedrale di Biella (Santa Maria Maggiore o Santa Maria in Piano), è stata edificata in seguito ad un voto fatto dalla popolazione durante la pestilenza del 1399.

La Cattedrale sorge sui resti di una piccola chiesetta dell’XI° secolo, di cui si possono ammirare ancora oggi alcuni capitelli.

Nel 1772, il Duomo di Biella è stato completamente ristrutturato in stile neogotico e, negli anni successivi, ampliato con cappelle e navate laterali, sagrestia e pronao.

La Cattedrale di Biella si trova in piazza Duomo ed è aperta con orario 7-19 dal lunedì alla domenica.

Vicino alla Cattedrale, trovate il Battistero, in stile romanico, costruito su un sepolcreto all’inizio dell’XI° secolo e visitabile solo esternamente.

duomo
battistero

Cosa vedere a Biella: Biella Piazzo

Biella Piazzo è posta in alto e quindi in posizione panoramica rispetto a Biella Piano.

Come detto, è la parte vecchia della città e ci si può arrivare a piedi attraverso un vicolo acciottolato abbastanza ripido, oppure con la funicolare gratuita.

Il Piazzo è il nucleo più antico del centro storico attorno al quale, in passato, vennero edificate le dimore delle grandi dinastie nobiliari biellesi, di cui alcune sono ancora perfettamente conservate e visitabili.

Da vedere a Biella Piazzo è sicuramente Piazza Cisterna, cuore del borgo e sede del Comune fino alla seconda metà dell’Ottocento. 

La piazza è circondata da caratteristici edifici medievali e ospita Palazzo Cisterna, uno dei più bei palazzi del biellese, risalente al XV°- XVI° secolo.

Al di sotto dei portici della piazza, si trovano svariati bar e ristoranti.

Da non perdere, inoltre, la Chiesa Parrocchiale di San Giacomo, l’edificio medievale più antico del Piazzo, e Palazzo La Marmora, dimora storica del XVI secolo, appartenente tutt’oggi alla famiglia Ferrero della Marmora.

Le sale perfettamente conservate ed ammobiliate, meritano una visita.

Per orari di apertura e tariffe, vi rimando al sito ufficiale.

AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2023 – La funicolare di Biella è chiusa a tempo indeterminato perchè, purtroppo, non ha passato l’ultimo collaudo.

Dove dormire a Biella

B&b Il Cortile – Location immersa nella natura, nella pace e nel silenzio, a due passi da Biella.

Stanze veramente curate e ottima colazione inclusa.

Parcheggio gratuito e possibilità di richiedere, sempre gratuitamente, la culla per bambini di 0-2 anni.

È presente una piscina, aperta durante il periodo estivo – Prenota qui.

Cosa vedere a Biella e dintorni

Biella può essere il punto di partenza di tantissime attrazioni quali borghi storici e bellezze naturali.

Di seguito trovate le principali cose da vedere nei dintorni di Biella.

Santuario di Oropa

oropa

Il Santuario di Oropa è uno dei principali luoghi di pellegrinaggio in Italia.

Rimarrete a bocca aperta di fronte alla sua imponente struttura costituita da due chiostri principali, due basiliche (superiore e inferiore), e la collezione di presepi in uno scenario montano veramente suggestivo. Continua a leggere

Parco della Burcina

burcina

A pochi chilometri da Biella, si trova il Parco della Burcina, la destinazione ideale per gli amanti della natura.

Il Parco della Burcina si estende nelle prealpi biellesi e offre semplici passeggiate nel verde ammirando le fioriture che si susseguono durante l’anno.

In particolare, il parco è preso d’assalto durante la spettacolare fioritura dei rododendri. Continua a leggere

Ricetto di Candelo

Ricetto di Candelo è un borgo fortificato medievale nato tra il XIII e XIV secolo e perfettamente conservato.

Situato a soli 10 minuti di auto da Biella, è circondato da mura medievali e torri difensive ed è usato, spesso, come location per svariati eventi quali, ad esempio, Candelo in Fiore, o il Borgo di Babbo Natale.

Può essere utile sapere che è un po’ complicato percorrere le stradine acciottolate con il passeggino.

Sarebbe meglio dotarsi di marsupio o zaino.

L’ingresso al borgo è gratuito se non ha luogo alcuna manifestazione, altrimenti si deve acquistare il biglietto d’ingresso il cui importo varia a seconda della tipologia di evento.

Per il Villaggio di Babbo Natale, ad esempio, abbiamo pagato 6,00€.

Incontrare (e adottare) un asinello

Un’altra delle cose da fare nei dintorni di Biella, è sicuramente quella di andare al Rifugio degli Asinelli, a Sala Biellese.

Durante la visita, potrete stare in compagnia di asinelli, muli e bardotti, fargli i grattini e passeggiare insieme a loro per i sentieri del parco.

La maggior parte di questi animali, è giunta al rifugio a seguito di abbandono o maltrattamenti, e l’associazione se ne prende cura.

È vietato dare da mangiare agli asini ma potete lasciare al personale mele, carote e finocchi, e ci pensano loro a distribuirlo.

Al termine della visita, potrete anche decidere di adottare un asinello, supportando in maniera concreta la Fondazione.

Per visionare gli orari di apertura del rifugio, date un’occhiata al sito ufficiale.

Conclusioni

Questi sono i miei consigli su cosa vedere a Biella e sui numerosi punti di interesse che potete trovare nei dintorni della città.

Per girare Biella basta un giorno, se invece l’obiettivo è andare anche alla scoperta dei dintorni, l’ideale sarebbe fermarsi un weekend lungo, in modo da visitare tutto con calma.

Continua a leggere:

1. Visitare Asti

2. Itinerario nel centro storico di Genova

3. Forte di Bard

4. Parco della Burcina

Seguici sui nostri social