Logo Bimbe in Viaggio

Bimbe in Viaggio

Blog di viaggi per Famiglie

L’anello di Monte Santa Croce da Pieve Alta

Tabella dei Contenuti

Il Monte di Santa Croce sorge alle spalle della località ligure di Pieve, a 518 metri sopra al livello del mare.

L’escursione che vado a descrivere, è un itinerario ad anello che parte dal centro abitato di Pieve Alta, arriva sulla vetta del Monte Santa Croce dove si trova l’antichissima Chiesa di Santa Croce, e ritorna a Pieve Alta passando dalla frazione di San Bernardo.

Il panorama che si può ammirare lungo il percorso, spazia dal Promontorio di Portofino a Capo Berta, nel dianese.

L’escursione può essere intrapresa anche al contrario ma, a mio avviso, percorsa in questa maniera è meno faticosa e più panoramica.

Partiamo!

Come arrivare a Pieve Alta

L’uscita autostradale più vicina a Pieve, è quella di Genova Nervi.

Si continua sulla SS1 per 10 chilometri fino ad arrivare a Pieve Ligure, imboccando successivamente sulla sinistra la deviazione per Pieve Alta.

Arrivati in paese, c’è un parcheggio proprio in fondo all’abitato.

Se fosse pieno, potete uscire dal paese e cercare parcheggio in strada (anche qui è libero).

Anello Monte Santa Croce da Pieve Alta

Specifiche tecniche

  • Quota di partenza – 168 mt
  • Quota di arrivo – 518 mt
  • Lunghezza del percorso – 5 km
  • Dislivello – 319 mt
  • Tempo impiegato – 2h (2h30 con bambini)
  • Segnavia – Da Pieve Alta a Monte Santa Croce: due quadrati rossi; da Monte Santa Croce a San Bernardo: linea e pallino rosso; da San Bernardo a Pieve Alta: tre pallini rossi.
  • Fontanelle lungo il percorso – Si

Traccia Gpx

Descrizione del percorso

La nostra escursione al Monte Santa Croce con partenza da Pieve Alta, ha inizio proprio dal parcheggio libero in fondo all’abitato (superando l’imponente chiesa del paese).

Da Pieve Alta alla vetta del Monte Santa Croce

Si imbocca il sentiero sulla sinistra che sale in mezzo alle case, tra orti e ulivi, e che conduce su strada asfaltata.

Dopo una decina di minuti di cammino, sempre su carrozzabile, si arriva all’indicazione per il Monte Croce, sulla destra.

Qui ha inizio l’escursione vera e propria.

monte santa croce
Panorama sulla costa
inizio escursione
Inzio dell’escursione
indicazione
Deviazione sulla destra che porta al Monte

Il sentiero, sempre ben segnalato, si inerpica tra pini e muretti a secco e alterna boschi a spazi aperti.

Il percorso è in salita ma, per chi è un pochino allenato, non è particolarmente faticoso.

sentiero
Sentiero contrassegnato dai due quadrati rossi
monte santa croce
Quasi sulla vetta del Monte Santa Croce

Monte e Chiesa Santa Croce

monte santa croce
Chiesa di Santa Croce

Dopo circa un’oretta di cammino, si arriva sulla vetta del Monte Santa Croce dove si trovano la già citata Chiesa, un piccolo rifugio con cucinino, e svariati tavoli e panche dove fare un bel picnic.

Si trova anche qualche postazione barbecue.

Narra la leggenda, che alcuni pellegrini nascosero su questo monte una reliquia della Santa Croce, con l’intento di riprenderla al ritorno del pellegrinaggio.

Al loro rientro però scoprirono che i custodi dell’ospizio (eretto intorno al 1200 per dare ristoro ai pellegrini di passaggio), l’avevano esposta alla venerazione dei passanti.

Da ciò deriva il nome del monte.

Rimaneggiata più volte nel corso dei secoli, la Chiesa di Santa Croce dal 1800 è diventata luogo di devozione mariana.

La facciata presenta un’edicola con una statua della Madonna della Guardia proveniente da un Palazzo del centro storico genovese.

Come detto in precedenza, il panorama spazia dalla Riviera di Levante a quella di Ponente, e nelle giornate limpide lo sguardo arriva fino alla Corsica.

Noi purtroppo abbiamo potuto solo immaginarlo perchè appena arrivati in cima è arrivata la nebbia!

monte santa croce
Chiesa, rifugio e panche

Dalla vetta del Monte Santa Croce a San Bernardo e Pieve Ligure

monte santa croce
La discesa

La discesa dalla vetta del monte, è bella impegnativa per gambe poco allenate anche se la si percorre velocemente.

Si imbocca il sentiero di fronte al rifugio che scende rapidamente e che, in poco più di mezz’ora, arriva sul sentiero che collega San Bernardo a Pieve Alta.

Si svolta a sinistra sul sentiero pianeggiante che attraversa piccoli agglomerati di case.

Procedendo, la vista spazia dalle fasce coltivate a olivi, alle meravigliose ville sul mare.

Un ultimo sforzo e si giunge all’abitato di Pieve Alta, proprio di fronte alla Chiesa di San Michele Arcangelo, concludendo così la nostra escursione ad anello.

monte santa croce
Meraviglioso panorama sulla costa
verso pieve alta
Sentiero che collega San Bernardo a Pieve Alta
pieve
Panorama sulla costa
chiesa di pieve alta
Chiesa di San Michele Arcangelo a Pieve Alta
chiesa pieve ligure
L’interno

Quando andare

Quella al Monte Santa Croce, è un’escursione che può essere programmata in qualsiasi periodo dell’anno, eccetto magari le ore centrali dei mesi più caldi.

Informazioni con bambini

L’escursione ad anello al Monte di Santa Croce, è percorribile anche con bambini, se allenati e avvezzi ai trekking.

Lungo il percorso, non si trovani tratti a strapiombo o particolarmente pericolosi ma, in alcuni punti della discesa, se il bambino è piccolo andrà tenuto per mano.

Può interessare sapere che, proprio poco sotto l’abitato di Pieve Alta, è presente un piccolo parco giochi per bambini.

Seguici sui nostri social