Logo Bimbe in Viaggio

Bimbe in Viaggio

Blog di viaggi per Famiglie

Impianti di risalita di Genova: ascensori, funicolari e ferrovie

Tabella dei Contenuti

Genova ha la particolarità di essere situata tra il mare e i monti ed essendo costruita in pendenza, la città è collegata ai quartieri collinari da strette e ripide vie (le creuze, in genovese).

Per agevolare gli spostamenti, Genova negli anni ha sviluppato un efficiente sistema di trasporto verticale costituito da ascensori, funicolari, cremagliere e ferrovie storiche, che connette le zone vicino al porto con quelle situate sulle alture.

Oltre a ridurre il traffico e a ottimizzare i tempi, questi impianti di risalita offrono un viaggio caratteristico tra i diversi quartieri di Genova, consentendo ai visitatori di ammirare il favoloso panorama della città, dall’alto.

Scopriamo insiene i principali ascensori, funicolari, cremagliere, e ferrovie storiche di Genova e le attrazioni turistiche che si possono raggiungere utilizzando questi caratteristici mezzi di trasporto alternativi.

Dove acquistare il biglietto

Il Comune ha rinnovato anche per il 2024 la gratuità dei mezzi di trasporto verticali per tutti i residenti nella Città Metropolitana di Genova.

Quindi per tutti gli ascensori e le funicolari della città, e per la cremagliera di Granarolo, non si dovrà acquistare il biglietto, se residente.

È sufficiente esibire un documento di identità, in caso di controllo.

I non residenti devono, invece, utilizzare i titoli di viaggio validi sull’intera rete urbana.

I biglietti possono essere acquistati nelle edicole, nelle biglietterie Amt, e sul sito ufficiale Amt Genova.

Il biglietto costa 2,00€ e ha una validità di 110 minuti. Esiste anche il biglietto 24 ore ad un conveniente prezzo di 10,00€.

Per quanto riguarda, invece, la ferrovia storica di Casella, il trasporto è a pagamento per tutti.

I mezzi di trasporto verticali di Genova: ascensori, funicolari e ferrovie storiche

Gli ascensori di Genova 

Gli ascensori di Genova sono, in totale, quattordici e, come indicato precedentemente, vengono utilizzati per il collegamento delle zone collinari della città.

La maggior parte di questi impianti verticali, è stata costruita tra il 1909 e il 1980.

Vediamo nel dettaglio quelli che meritano una visita perchè conducono ad alcune attrazioni famose della città di Genova.

Ascensore Castelletto Levante

ascensore di castelletto

L’ascensore Castelletto Levante collega piazza Portello a Spianata Castelletto, il belvedere della città, con un dislivello di 57 metri.

L’ascensore, in stile Liberty, è stato costruito nel 1909 ed è l’impianto più antico di Genova.

È aperto tutti i giorni dalle 6.40 alle 24.00.

In Spianata, si può ammirare uno dei più suggestivi panorami sulla città di Genova. Vai all’articolo

Ascensore Castelletto Ponente

L’ascensore Castelletto Ponente è anche chiamato gemello di Castelletto Levante perchè anch’esso conduce in Spianata Castelletto e le fermate distano pochi metri l’una dall’altra.

La stazione inferiore di Castelletto Ponente non è situata, però, in piazza Portello ma in Galleria Garibaldi (tra piazza Portello e largo Zecca).

L’ascensore è aperto tutti i giorni dalle ore 6.40 alle 24.00.

Ascensore Montegalletto – Castello d’Albertis

Ascensori, funicolari e ferrovie di Genova

L’ascensore Montegalletto – Castello d’Albertis collega via Balbi, vicino alla stazione ferroviaria di piazza Principe, a corso Dogali, e conduce al cospetto del rinomato Castello d’Albertis e al suo Museo, in soli 3 minuti.

L’ascensore è stato costruito nel 1929 e ha la particolarità di muoversi, per un tratto, in orizzontale (tale tratta venne aggiunta da Amt solamente negli anni ’90).

La cabina dell’ascensore, quindi, si muove in orizzontale sui binari per circa 250 metri e poi risale, compiendo circa 100 metri di dislivello.

L’ascensore Montegalletto – Castello d’Albertis parte ogni 4 minuti con orario 7:10 – 19:50 (feriali), e 7:15 – 20:55 (festivi).

Funicolari di Genova

Anche le funicolari di Genova rappresentano un mezzo di trasporto verticale non inquinante e svincolato dal traffico cittadino.

Le funicolari in funzione sono due ovvero la funicolare Zecca – Righi e la funicolare Sant’Anna

Funicolare Zecca – Righi

funicolare

La funicolare Zecca – Righi è stata costruita tra il 1895 e il 1897 e permette di spostarsi dal centro storico di Genova alle alture situate a nord della città.

Il tempo impiegato è di 12 minuti e il dislivello coperto è di 278 metri, su un percorso di 1428 metri.

Sono sette le stazioni dove la funicolare ferma:

  • Largo Zecca (capolinea)
  • Carbonara
  • San Nicola
  • Madonnetta con l’omonimo Santuario al cui interno si trova il suggestivo Presepe perenne. Vai all’articolo
  • Preve
  • San Simone
  • Righi (capolinea)

La funicolare è usata frequentemente sia da genovesi che da turisti ed escursionisti poichè permette di raggiungere l’Area Naturale del Parco delle Mura in pochi minuti, dove si possono intraprendere diversi interessanti trekking.

Ascensori, funicolari e ferrovie di Genova
Il Forte Diamante nell’Area Naturale del Parco delle Mura

La funicolare Zecca – Righi è in servizio tutti i giorni dalle 6.40 alle 24, con corse ogni 15/20 minuti.

Per salire sulla funicolare, è sufficiente avere il biglietto dei trasporti urbani (2,00€ per 110 minuti). Continua a leggere

Ascensori, funicolari e ferrovie di Genova: Funicolare Sant’Anna

La funicolare Sant’Anna è la più antica funicolare di Genova e si stima che sia utilizzata ogni anno da più di un milione di persone.

In 2 minuti, collega Piazza Portello a Corso Magenta con un percorso di 370 metri e un dislivello di 54 metri.

La funicolare Sant’Anna è stata costruita nel 1891 e, per quasi novant’anni, ha funzionato con il sistema di trazione ad acqua.

Quando la funicolare era a monte, poteva scendere a valle grazie al peso portato da un serbatoio d’acqua riempito dal conducente.

La stessa, era collegata ad un’altra vettura tramite una fune.

In questa maniera, quindi, quando scendeva a valle, trainava l’altra vettura a monte.

La funicolare Sant’Anna è in servizio tutti i giorni dalle 7:00 alle 00:30 e come titolo di viaggio si può usare lo stesso degli ascensori (per salire sulla funicolare Zecca – Righi invece è necessario timbrare un altro biglietto).

La funicolare Sant’Anna deve il suo nome all’omonimo convento, risalente al XVI secolo, situato a breve distanza dalla stazione a monte.

Ascensori, funicolari e ferrovie di Genova: la cremagliera di Granarolo

Ascensori, funicolari e ferrovie di Genova
Cremagliera di Granarolo – Fonte Amt

La cremagliera di Granarolo collega la zona di Principe con il quartiere di Granarolo.

Risale al 1901 e conserva ancora la rotaia a dentiera, per aumentare l’aderenza dei binari nei tratti di maggior pendenza.

La cremagliera, infatti, presenta un dislivello di 194 metri e una pendenza che può arrivare fino al 21,4%.

È in servizio dalle 6:00 alle 24:00 nei giorni feriali, e dalle 8:00 alle 21:00 nei giorni festivi.

La cremagliera di Granarolo presenta sette fermate intermedie:

  • Principe (capolinea, nei pressi della stazione ferroviaria)
  • Salita San Rocco
  • Centurione
  • Bari
  • Cambiaso
  • Chiassaiuola
  • Salita Granarolo
  • Via Bianco
  • Granarolo (capolinea, da qui si gode una meravigliosa vista su Genova).

Anche per viaggiare sulla cremagliera di Granarolo, è sufficiente disporre di un semplice biglietto dei trasporti urbani.

Ascensori, funicolari e ferrovie di Genova: Trenino di Casella

casella

Il trenino di Genova-Casella è la ferrovia storica meglio conservata in Italia.

Offre un meraviglioso percorso panoramico, lungo in totale 24 chilometri, attraversando ben tre vallate (Valbisagno, Valpolcevera e Valle Scrivia).

Lungo il percorso, si trovano 17 fermate dove si può scendere, fare escursioni a piedi, visitare borghi, e assaggiare i prodotti tipici.

▶ Se vuoi avere più informazioni sullo storico Trenino di Genova-Casella, puoi leggere questo articolo.

Continua a leggere:

1. Genova in un giorno

2. La Lanterna di Genova

3. Dove dormire a Genova

Seguici sui nostri social